Verdiana network

Territorio, Città, Architettura, Paesaggio, sono le aree tematiche dentro cui si muove l’attività di Verdiana Network. Verdiana è un’associazione di promozione sociale nata a Firenze nel 2007, che riunisce appassionati neo-laureati, giovani professionisti e studiosi in un costante lavoro di ricerca, promozione e sensibilizzazione sulla cultura paesaggistica, aspetto di rilevanza internazionale da quando i Paesi membri dell’Unione Europea si sono riuniti nel capoluogo toscano per la firma della Convenzione Europea per il Paesaggio, un documento ai cui principi Verdiana orienta le proprie iniziative sociali.

Grazie alla capacità del Paesaggio - come categoria concettuale, e insieme sistema tangibile e sensibile che organizza i nostri luoghi di vita, rispecchiandone le qualità e la bellezza – di farsi promotore di relazioni tra vari campi del sapere e diverse possibilità di interazione tra individui di una comunità, da qualche anno a questa parte Verdiana ha rivolto il proprio interesse a temi più specifici, cercando così di intercettare una varietà di potenziali interlocutori.

Tra questi un posto importante è tuttora occupato nell’attività degli associati dalla ricerca nel settore degli Itinerari Culturali. Dalle politiche comunitarie nel settore, in particolar modo condotte all’interno del Programma Europeo per gli Itinerari Culturali e le pratiche locali sempre più diffuse in questo campo, Verdiana ha mosso i primi passi lungo il pellegrinaggio storico della via Lauretana, alla scoperta dei paesaggi umbri e marchigiani e delle ricchezze culturali e naturalistiche contenute nei territori delle due regioni, tra l’Appennino e il Mare Adriatico.

Come una fonte inesauribile di idee, l’itinerario lauretano ha dato a Verdiana l’opportunità di affiancare alla ricerca storica e teorica una stimolante attività sul campo, guidando il gruppo di lavoro lungo sentieri sui quali per secoli pellegrini e viaggiatori hanno camminato verso il santuario di Loreto nelle Marche. La percorrenza ha stimolato la curiosità verso le diversità paesaggistiche tramite la loro percezione in movimento, ampliando progressivamente l’interesse nel tema del viaggio, in particolare quello lento, fatto a piedi, lungo percorsi antichi e nuovi, sempre molto frastagliati.

Così il lavoro sulla via Lauretana è diventato una filosofia di approccio all’attività sociale di Verdiana, spingendo i soci a proporla in nuovi contesti e con altre persone, inventando iniziative che fanno della percorrenza uno strumento di ricerca.

In questo modo è nata la collaborazione con l’associazione culturale romana GoTellGo, che con il progetto APPasseggio quasi ogni settimana conduce appassionati, curiosi, turisti e abitanti a piedi nei quartieri di Roma, alla scoperta di episodi della storia moderna e contemporanea della città. Verdiana e GoTellGo stanno al momento lavorando congiuntamente ad un progetto che vuole fare del viaggio un vero e proprio strumento di conoscenza dal valore sociale e culturale, i cui dettagli saranno svelati nei prossimi mesi.

Con gli stessi intenti Verdiana ha aperto una finestra di dialogo con alcuni amministratori di enti locali lungo la via Lauretana, per la promozione e la realizzazione di iniziative incentrate sul rapporto tra cammino e paesaggio, da cui far emergere i problemi contemporanei dello sviluppo territoriale, dall’abbandono delle località montane, alla crescita edilizia spropositata di quelle costiere e vallive, criticità che mettono a rischio l’integrità e la qualità del paesaggio in tutte le regioni d’Italia.

Sulle vie di pellegrinaggio, in relazione alla loro potenzialità di risorsa per la conoscenza e la gestione dei territori, si incentra un progetto di ricerca internazionale interno a Settimo Programma Quadro dell’Unione Europea di cui Verdiana è partner assieme ad altre organizzazioni senza fini di lucro di Spagna, Grecia e Romania.

Per Firenze, città in cui è nata e a cui deve molto in termini di stimoli alla ricerca, interazione con l’Università, con gli spazi urbani e la comunità locale, Verdiana sta da tempo lavorando a una serie di iniziative che ci si augura possano essere implementate a breve:

Passeggiate nei Paesaggi, un “paes(s)aggiando che guiderà i partecipanti dentro storie di bio-diversità urbana e rurale; momenti ricreativi di scambio di idee e informazioni tra soci e con i cittadini, le cosiddette “ruminanze urbane”, in cui i soci si riuniranno in un punto del torrente Affrico per affrontare, con chi vorrà fermarsi anche solo per un attimo e interagire, il tema dello spazio pubblico urbano, dei suoi usi, delle sue percezioni e delle sue potenzialità in termini culturali e perché no, turistici; idee e proposte per il recupero delle architetture dismesse della città, che, al pari dei “monumenti” fiorentini più noti, contengono la memoria di una storia forse dimenticata ma sempre affascinante, in attesa di poterla esprimere al cittadino, al viaggiatore, al passante.

Quest’ultimo aspetto riguarda da vicino quello che Verdiana ha chiamato il “progetto cartoline”, per via della volontà di far parlare, come nei tradizionali biglietti di saluti dalla città visitata, paesaggi urbani e architetture, anche se meno ‘famosi’ di quelli convenzionali.

Chiunque voglia diventare dunque compagno di viaggio di Verdiana, può in ogni momento dare suggerimenti, proporre nuove idee e diventare a sua volta socio e collaboratore scrivendo al presidente: chiaras@verdiananetwork.com, le strade sono ancora tante e molto lunghe. La bellezza sta nel percorrerle insieme, camminando, osservando e parlando.